Assegno di Maternità  

CHE COSA È E A CHE COSA SERVE :  


Si tratta di un contributo in denaro erogato dall'INPS e gestito dai Comuni, a sostegno della maternità naturale e adottiva. L’erogazione consiste nel pagamento di un assegno, in un’unica soluzione, di importo pari a cinque mensilità. In caso di parti gemellari l'importo dell'assegno è rapportato al numero dei figli.



Destinatari: donne residenti italiane, comunitarie o in possesso della carta di soggiorno che hanno avuto un bambino, le mamme adottive e in affido pre-adottivo.

In casi particolari l’assegno spetta al padre o all’affidatario.

Requisiti:

- non svolgere attività lavorativa oppure, in caso contrario, non risultare beneficiaria di alcuna indennità di maternità o di qualsiasi forma di tutela previdenziale.

- avere un reddito ISEE familiare inferiore ad un limite prestabilito annualmente dallo Stato
(per il 2011 pari a € Euro 32.967,39= annui per un nucleo familiare di 3 persone e ad € 23.736,50= annui
per un nucleo di 5 persone di cui n. 3 figli minori).


Per qualsiasi informazione il cittadino può rivolgersi all’ufficio Servizi Sociali direttamente o telefonando al n. 02.959697218 oppure contattando la sede del C.A.F in p.za Castello,27 a Pessano con Bornago n. tel. 02.95740643 nei giorni di apertura sopra indicati.

DOVE RIVOLGERSI :  

UFFICIO SERVIZI SOCIALI

Comune, Via Roma, 31

COSA OCCORRE FARE PER :  

La domanda andrà inoltrata personalmente al C.A.F , Ente delegato dal Comune di Pessano con Bornago, da parte della madre del bambino entro il termine perentorio di 6 mesi dalla data del parto. Il CAF verifica i requisiti per accogliere la richiesta (cioè la composizione del nucleo familiare e le condizioni economiche), determina il provvedimento e lo comunica all´INPS che provvederà al pagamento. Per inoltrare la richiesta bisogna rivolgersi a: CAF- Centro Assistenza Fiscale - P.zza Castello, 27 - Pessano con Bornago tel. 02.95740643 Orari: - Lunedì e Mercoledì 14.30 ­ 16.30 - Giovedì 9.00 - 12.00

RESPONSABILE :  

Dottoressa Michela Gerli

ALLEGATI

Versione Stampabile Versione Stampabile