Recupero vani e locali seminterrati  

CHE COSA È E A CHE COSA SERVE :  

Finalità e presupposti

La Regione promuove il recupero dei vani e locali seminterrati ad uso residenziale, terziario o commerciale, con gli obiettivi di incentivare la rigenerazione urbana, contenere il consumo di suolo e favorire l'installazione di impianti tecnologici di contenimento dei consumi energetici e delle emissioni in atmosfera (Legge Regionale 10 marzo 2017, n.7).
Il Comune di Pessano con Bornago, con Deliberazione del Consiglio Comunale n.51 del 18/07/2017, ha individuato gli ambiti del proprio territorio nei quali è esclusa l’applicazione della Legge Regionale 10 marzo 2017, n.7 “Recupero dei vani e locali seminterrati esistenti” cosi come previsto dall’art.4 della stessa Legge Regionale.


La presentazione della pratica edilizia

Per realizzare un intervento edilizio finalizzato al recupero dei vani locali seminterrati ad uso residenziale è opportuno presentare idonea pratica edilizia secondo le casistiche previste dal D.P.R. 6 giugno 2001, n.380 “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia”, tramite PORTALE S.U.E. (ACCEDI AL PORTALE S.U.E.).


Per realizzare un intervento edilizio finalizzato al recupero dei vani locali seminterrati ad uso terziario o commerciale è opportuno presentare idonea pratica edilizia secondo le casistiche previste dal D.P.R. 6 giugno 2001, n.380 “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia”, tramite PORTALE S.U.A.P (ACCEDI AL PORTALE S.U.A.P). Il proprietario o l’avente titolo dovrà obbligatoriamente avvalersi della collaborazione di un tecnico che sia regolarmente iscritto al proprio ordine professionale di appartenenza.


I Costi da sostenere
L’onere da sostenere per gli interventi finalizzati al recupero dei piani seminterrati esistenti è sostanzialmente dettato dalla Legge Regionale 10 marzo 2017, n.7 in relazione alla natura delle opere.


Importante specifica tecnica edilizia
La finalità di quanto descritto nella presente sezione è volta UNICAMENTE al recupero degli spazi posti ai
piani seminterrati degli edifici esistenti al di fuori delle aree (zone/ambiti) come indicato nella Delibera di Consiglio Comunale n.51/2017:
1.    Carta di Inquadramento Idrogeologica ed Idrografica
a)    Aree di esondazione con tempo di ritorno di 10 anni (T=10 anni);
b)    Aree di esondazione con tempo di ritorno di 100 anni (T=100 anni).
2.    Carta di Fattibilità Geologica delle azioni di piano
a)    Classe 3: fattibilità con consistenti limitazioni;
b)    Classe 4: fattibilità con gravi limitazioni;
3.    Piano delle Regole del P.G.T. vigente
Beni paesaggistici D.Lgs. n.42/2004 art.142 lettera C : Torrente Molgora fascia di rispetto di metri 150.
4.    Piano di Gestione del Rischio di Alluvioni
a)    P2 alluvioni (M) con tempo di ritorno 100-200 anni (TR=100-200 anni)
b)    P3 alluvioni (H) con tempo di ritorno 10-30 20-50 anni (TR=10-30 anni, TR=20-50 anni)
In tutti gli ambiti sopra indicati non sarà possibile recuperare i vani seminterrati degli edifici esistenti.
 

DOVE RIVOLGERSI :  

UFFICIO EDILIZIA PRIVATA

Comune, Via Roma, 31

RESPONSABILE :  

Geom. Lorena Brusamolino

Versione Stampabile Versione Stampabile