Interventi assistenziali di natura economica  

CHE COSA È E A CHE COSA SERVE :  

L'Amministrazione Comunale attua interventi e/o concede benefici di natura economica a favore delle persone e dei nuclei familiari che versano in disagiate condizioni economiche, compatibilmente alle risorse finanziarie disponibili nel proprio Bilancio di previsione ed in base al "Regolamento concernente i criteri d’accesso agli interventi assistenziali di natura economica a favore di persone indigenti".

I cittadini italiani o stranieri, residenti nel Comune di Pessano con Bornago, in condizioni economiche tali che non consenta­no loro la sussistenza ed il raggiungimento del Minimo Vitale, o che si trovino in condizioni di bisogno indifferi­bile ed urgente, possono accedere agli interventi e/o benefici di carattere economico.

Ai fini della verifica della sussistenza del Minimo Vitale in capo al nucleo familiare vengono prese in considerazione le norme relative all’Indicatore della Situazione Economica Equivalente, ( I.S.E.E. ), come determinate dai Decreti Legislativi n. 109/98 e n. 130/2000 e dai relativi decreti applicativi.

Gli interventi economici si prefiggono di:

- garantire un livello minimo di sussistenza a chi si trovi privo di sostegno familiare ed in disagiate condizioni economiche e/o sprovviste dei mezzi necessari per vivere, a causa di limitazioni personali e/o sociali;

- evitare rischi di istituzionalizzazione.


Gli interventi e/o benefici di natura economica possono essere:

- contributi continuativi ovvero i sussidi economici erogati periodicamente, quali contributi necessari per la sopravvivenza o per evitare rischi di istituzionalizzazione dell'assistito e/o del suo nucleo familiare ;

- contributi straordina­ri, ovvero i sussidi e/o i benefici erogati in modo saltuario e occasionale (una tantum), finalizzati a soddisfare esigenze non coperte da altri Servizi dell'Amministrazione Comunale e altre particolari necessità, per le quali non sia possibile l'inter­vento di altri Enti;

- contributi indifferibili e urgenti, ovvero i sussidi erogati una tantum con procedimento d'urgenza, al fine di evitare il cagionarsi di eventi dannosi altrimenti immediatamente producibili in capo all'assistito. L'intervento indifferibile ed urgente viene prestato anche qualora non sia immediatamente possibile l'inter­vento di altri Enti altrimenti competenti;

- contributi a titolo di prestito ovvero i sussidi e/o i benefici economici erogati a favore di persone che si trovino in difficoltà economiche per motivi contingenti. Il richiedente sottoscriverà un atto di impegno nei confronti del Comune, redatto con l’aiuto dell’Assistente Sociale, nel quale dovranno essere definiti tempi e modalità previsti per la restituzione della somma, senza interessi. Le modalità di restituzione saranno valutate per ogni singolo caso, tenendo conto della somma erogata e della capacità di reintegro del beneficiario.

In ogni modo le condizioni di bisogno saranno verificate dall’assistente sociale responsabile del caso.

Gli interventi e/o benefici di natura economica sopraindicati possono essere erogati mediante:

a) la corresponsione di una cifra in denaro a mezzo di apposito mandato emesso in favore del beneficiario presso la Tesoreria comunale;

b) la gestione di una cifra di denaro da parte dell’Economo comunale e/o suo delegato (Assistente Sociale) per conto del nucleo familiare indigente e non in grado di provvedervi;

c) l'esenzione dal pagamento o la riduzione del costo di alcuni servizi comunali, in forma continuativa o temporanea.

Per accedere all'intervento economico continuativo o straordinario gli interessati, o le persone da essi delegate, devono presentare apposita domanda al Servizio Sociale comunale, allegando la dichiarazione sostitutiva unica I.S.E.E., inerente la condizione economica dell’intero nucleo familiare.

Verificata la condizione di necessità, l'Assistente Sociale aiuta la persona a formulare la richiesta e la presenta, accompagnata da una relazione, al Gruppo di Valutazione contributi economici che, sulla base dei Criteri fissati dal Regolamento, valuta gli interventi da finanziare. La risposta viene inviata in forma scritta direttamente a chi ha inoltrato domanda.

Per richiedere l'erogazione di un sussidio economico è quindi necessario fissare un colloquio con l'assistente sociale, recandosi direttamente all’Ufficio Servizi Sociali negli orari di apertura al pubblico o telefonando al numero 02.959697218- 255 – 216.

DOVE RIVOLGERSI :  

UFFICIO SERVIZI SOCIALI

Comune, Via Roma, 31

RESPONSABILE :  

Dottoressa Michela Gerli

ALLEGATI

Versione Stampabile Versione Stampabile