Edilizia - AttivitÓ di Edilizia Libera

Attività di edilizia libera
(art.6 Decreto Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n.380)


1. Cosa deve sapere l'utente:
Che il vigente Testo Unico dell'Edilizia stabilisce quali sono le opere che possono essere eseguite senza alcun titolo abilitativo*.
 
2. Cosa deve fare l'utente:
- Verificare la fattibilità dell'intervento e se lo stesso risulta inserito fra le opere previste dall'art.6 D.P.R. 6 giugno 2001, n.380 ovvero all'interno del "Glossario Edilizia Libera";
- Verificare se l'intervento non rietra in specifiche normative oggetto di diverso procedimento amministrativo*.
Qualora le opere rientrino nel secondo caso*, accertata la fattibilità, deve essere presentata idonea richiesta seguendo lo specifico provvedimento amministrativo.
A) Se la destinazione d'uso rientra nei parametri della Legge Regionale 6 febbraio 2007 n°1 (es. edificio con destinazione artigianale, industriale, terziario, commerciale) l'intestatario dell'istanza deve inoltrare la richiesta in forma telematica direttamente dal portale dello Sportello Unico per le Attività Produttive associato di Gorgonzola [LINK:E:ACCEDI AL PORTALE S.U.A.P.];
B) Se la destinazione è residenziale il riferimento è invece il portale dello Sportello Unico per l’Edilizia [LINK:E:ACCEDI AL PORTALE S.U.E.] o in forma cartacea ove specificatamente ed esclusivamente previsto;
 
3. Che cosa deve fare l'ufficio (nel caso di specifiche normative oggetto di diverso procedimento amministrativo)
- Verifica la fattibilità dell'intervento e la completezza dei documenti presentati senza poi rilasciare alcuna attestazione finale**.
Qualora siano riscontrate difformità sostanziali durante l'istruttoria la pratica sarà ritenuta improcedibile e conseguentemente archiviata senza produrre alcuna validità edilizia ai fini giuridici.

 

INFORMAZIONI UTILI
- Tempi : Se non espressamente specificato, l'Attività di Edilizia Libera può essere eseguita nei tempi stabiliti dall'utente.
- Costi : Ove non espressamente indicato, l'Attività di Edilizia Libera non ha alcun costo da sostenere nei confronti dell'Amministrazione Comunale.

Nota ai costi:
Qualora, da accertamenti eseguiti, le opere non rientrino nell'Attività di Edilizia Libera, dovranno obbligatoriamente seguire le procedure previste per la loro natura con la conseguente applicazione (ove prevista) delle sanzioni amministrative e/o pecuniarie previste dalle normative vigenti.
Tutti i versamenti al Comune dovranno essere effettuati presso la tesoreria comunale - Banca di Credito Cooperativo di Milano sita in Piazza Pertini n.20 in Pessano con Bornago a mezzo di bonifico bancario (IBAN: IT79N0845334150000000027530).

- Normative di riferimento: Regolamento edilizio, Piano delle Regole P.G.T., normative nazionali, regionali, provinciali.
- Esame di impatto paesistico [LINK:I:(Per maggiori informazioni):Edilizia_Privata/Generale/Aut_Paesaggio]
- Informazioni su allacciamenti ai pubblici servizi [LINK:I:(Per maggiori informazioni):Lavori_pubblici/generale/lavoripubblici];

 

GLOSSARIO EDILIZIA LIBERA
(art. 1, comma 2, del Decreto Legislativo 25 novembre 2016, n.222)
Elenco non esaustivo della principali opere.
La tabella allegata individua le principali opere che possono essere eseguite senza alcun titolo abilitativo, nel rispetto delle prescrizioni degli strumenti urbanisticicomunali e di tutte le normative di settore aventi incidenza sulla disciplina dell'attività edilizia (in particolare, delle norme antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienico-sanitarie, di quelle relative all'efficienza energetica, di tutela dal rischio idrogeologico, delle disposizioni contenute nel codice dei beni culturali e del paesaggio di cul al D.Lgs.42/2004)


* (fatte salve specifiche prescrizioni degli strumenti comunali, e comunque nel rispetto della altre normative di settore aventi incidenza sulla disciplina dell'attività edilizia e, in particolare, delle norme antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienico-sanitarie, di quelle relative all’efficienza energetica, di tutela dal rischio idrogeologico, nonché delle disposizioni contenute nel codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42)

** ovvero verifica la conformità della pratica alle normative vigenti in materia di edilizia ed urbanistica nonchè ai regolamenti comunali - P.d.R. del P.G.T. vigente e conformità ai requisiti previsti dalle normative nazionali e regionali vigenti in materia.


 

ALLEGATI


Ultima modifica: 24/05/2018