Edilizia - Permesso di Costruire in Sanatoria (P.d.C.)

Il Permesso di Costruire in sanatoria
 
1. Cosa deve sapere l'utente:
Il primo comma dell'art.36 del vigente testo unico in materia edilizia (D.P.R.380/2001) stabilisce che "in caso di interventi realizzati in assenza di permesso di costruire, o in difformità da esso, ovvero in assenza di denuncia di inizio attività nelle ipotesi di cui all'art.22 c.3 o in difformità da esse, fino alla scadenza dei termini di cui agli artt.31, c.3, 33 c.1, 34 c.1, e comunque fino all'irrogazione delle sanzioni amministrative, il responsabile dell'abuso, o l'attuale proprietario dell'immobile, possono ottenere il permesso in sanatoria se l'intervento risulti conforme alla disciplina urbanistica ed edilizia vigente sia al momento della realizzazione dello stesso, sia al momento del rilascio della presentazione della domanda".
  
2. Cosa deve fare l'utente:
L'utente, verificata la possibilità di sanare le opere prive di titolo, inoltra a : 
A) Se la destinazione d'uso rientra nei parametri della Legge Regionale 6 febbraio 2007 n°1 (es. edificio con destinazione artigianale, industriale, terziario, commerciale) l'intestatario dell'istanza deve inoltrare la richiesta in forma telematica direttamente dal portale dello Sportello Unico per le Attività Produttive associato di Gorgonzola LINK:E:ACCEDI AL PORTALE S.U.A.P.];
B) Se la destinazione è residenziale il riferimento è invece il portale dello Sportello Unico per l’Edilizia [LINK:E:ACCEDI AL PORTALE S.U.E.];
 
3. Che cosa deve fare l'ufficio: 
L'ufficio verifica che l'intervento rientri fra le opere conformi alla disciplina urbanistica ed edilizia e rilascia il titolo abilitativo che regolarizza le opere precedentemente realizzate.
In caso contrario può sospendere o respingere la richiesta, quest'ultima con l'avvio di procedimento per abuso edilizio.
 
 
INFORMAZIONI UTILI
- Tempistica vigente prevista: 60 giorni dalla data di presentazione della domanda, decorsi i quali la richiesta si intende rifiutata.
- Costi per l'utente: eventuale versamento della sanzione prevista dall'art.37 del D.P.R. 6 giugno 2001 n.380 

Ultima modifica: 06/07/2016