EDILIZIA - Certificato di Destinazione Urbanistica

1. Che cosa è.
Il Certificato di Destinazione Urbanistica (C.D.U.) è un documento che contiene le indicazioni urbanistiche che riguardano le aree o gli immobili interessati dal certificato. Le indicazioni urbanistiche riportate in esso vengono estrapolate dal vigente Piano di Governo del Territorio.
 
Il certificato individua i dati del fabbricato o dell'area (foglio e mappale), la destinazione urbanistica (la zona di P.G.T. in cui risultano compresi), i relativi parametri/indici urbanistici nonchè eventuali vincoli, fasce di rispetto etc. etc.
 
2. Chi può richiederlo.
L’istanza all’ottenimento del Certificato di Destinazione Urbanistica viene inoltrata, da soggetto interessato, tramite il portale dello Sportello Unico per l’Edilizia ACCEDI AL PORTALE S.U.E.;.
Per "soggetto interessato" si intende chi è interessato ad atti riguardanti transazioni immobiliari, rogiti, successioni, stime, ecc.. Altre esigenze possono essere contenziosi legali, fiscali, ecc., per i quali possono essere richiesti certificati relativi ad anni precedenti.
 
3. Come richiederlo.
La richiesta del certificato deve obbligatoriamente:
- essere presentata in marca da bollo (salvo i casi esclusi dalle vigenti normative);
- avere allegato l'estratto di mappa che individua le aree o gli immobili oggetto di richiesta.
 
4. Procedura, tempi e validità.
La procedura di rilascio ed i termini di validità del Certificato di Destinazione Urbanistica sono definiti dall’art.30, comma 3 e 4 del D.P.R. 6/6/2001 n° 380.
"comma 3 : Il certificato di destinazione urbanistica deve essere rilasciato dal dirigente o responsabile del competente ufficio comunale entro il termine perentorio di trenta giorni dalla presentazione della relativa domanda. Esso conserva validità per un anno dalla data di rilascio se, per dichiarazione dell'alienante o di uno dei condividenti, non siano intervenute modificazioni degli strumenti urbanistici";
"comma 4 : In caso di mancato rilascio del suddetto certificato nel termine previsto, esso può essere sostituito da una dichiarazione dell'alienante o di uno dei condividenti attestante l'avvenuta presentazione della domanda, nonché la destinazione urbanistica dei terreni secondo gli strumenti urbanistici vigenti o adottati, ovvero l'inesistenza di questi ovvero la prescrizione, da parte dello strumento urbanistico generale approvato, di strumenti attuativi".
 
5. Costi
- I diritti di segreteria dovuti verrano comunicati all'interessato contestualmente al ritiro del Certificato di Destinazione Urbanistica. L'importo complessivo varia in relazione alla tabella generale relativa ai diritti di segreteria disponibile nella sezione download (da un minimo di €.17,63 ad un massimo di €.266,55)

ALLEGATI


Ultima modifica: 28/03/2017